Disinfezioni

Gli ambienti sono costantemente minacciati da microrganismi, nemici invisibili capaci di minare la nostra salute. L’igiene ambientale, l’igiene della persona, la disinfezione delle superfici e dei materiali sono i capisaldi per evitare la trasmissione di agenti patogeni e per controllare il rischio infettivo; a tale scopo sono necessari metodi appropriati di pulizia, antisepsi e disinfezione, la scelta e la gestione corretta delle soluzioni, tenendo conto del tipo di struttura (scuole, ospedali, strutture sportive, turistiche, trasporti pubblici, ecc.)  delle persone che frequentano la struttura (ad esempio le mani possono essere agenti infettivi) o dal contatto diretto e indiretto con dispositivi utilizzabili nella struttura (ascensori, telefoni, computer, servizi igienici, ecc.) o con l’ambiente inanimato contaminato (es. superfici, polvere, impianti di climatizzazione).

Le superfici che possono contaminarsi con agenti infettivi devono essere sottoposte, oltre alla detersione, a un processo di disinfezione. Tra le superfici ambientali è necessario distinguere quelle maggiormente esposte a contaminazione per il continuo contatto con le persone e le superfici che comportano un basso rischio di trasmissione.

È molto importante che il livello di rischio di contaminazione delle superfici e la disinfezione delle superfici sia valutato in funzione della frequenza di contatto con le mani delle persone e dalla vicinanza tra più persone – ad esempio i banchi di scuola condivisi tra alunni - al fine di esercitare un’efficace prevenzione della trasmissione delle infezioni.

I disinfettanti sono sostanze che riducono il numero (carica) dei microrganismi patogeni fino a limiti di sicurezza, grazie alla loro azione batteriostatica o battericida; la loro attività è invece inefficace nei confronti delle spore batteriche.

Vi sono diversi livelli di disinfezione:

  • disinfezione ad alto livello processo che porta alla distruzione di tutti i microrganismi, compresi HBV, HIV, BK, con la sola eccezione delle spore batteriche;

  • disinfezione di livello intermedio processo in grado di inattivare il Mycobacterium tubercolosis, le forme batteriche vegetative, la maggior parte dei virus e dei funghi, ma non le spore batteriche;

  • disinfezione di basso livello processo che elimina la maggior parte dei batteri, alcuni virus e alcuni funghi, ma non è in grado di uccidere i bacilli tubercolari o le spore batteriche.

Non esistendo un disinfettante ideale è necessario che le opere di disinfezione avvengano mediante una selezione del prodotto più adatto e che possa colpire il maggior numero di microrganismi.

A tale scopo la Fumigat oltre all’utilizzo degli ordinari prodotti noti per la disinfezione degli ambienti e di seguito elencati in tabella, dispone di strumentazione per la trasformazione dell’ossigeno atmosferico, presente in un ambiente confinato, in ozono.


Approfondimenti

icona

Legionellosi e Aspergillosi

Legionellosi e Aspergillosi sono pericolose infezioni da cui difendersi controllando costantemente le condizioni igieniche delle condotte dell’acqua e degli impianti di climatizzazione. Previsto per legge il monitoraggio microbiologico...(Leggi tutto)


Link Utili